Ascessi parodontali





ASCESSI PARODONTALI

Gli ascessi parodontali sono delle manifestazioni acute della malattia parodontale profonda. La gengiva si presenta molto gonfia e può presentare una fistola da cui fuoriesce pus. Altre volte l’essudato purulento può trovare una via di sfogo da sotto il margine gengivale.

 ascesso con essudato marginale    ascessi multipli

La sintomatologia è generalmente accompagnata da un forte dolore pulsante, dalla sensazione di avere il dente più alto degli altri e dalla sua mobilità, fatto che rende impossibile la masticazione da quel lato della bocca. Possono anche comparire linfo-adenopatie della zona. La componente batterica che causa questa complicazione è formata da Bacteroides e Streptococchi che si sovrappongono ai batteri responsabili della parodontopatia. Al contrario di questi ultimi, che stanziano dentro le tasche parodontali aderenti alle radici, gli agenti responsabili dell’ascesso vanno combattuti immediatamente con terapia farmacologica, per diminuire in maniera drastica la loro carica batterica distruttiva.

E’ necessario distinguere bene il punto d’origine dell’ascesso che potrebbe non essere di natura parodontale, ma endodontica. Per risolvere questa diagnosi differenziale occorre una radiografia della zona interessata che metta in evidenza la zona di radio-trasparenza  da cui parte l’infezione acuta.

ascesso chiuso  rx diagnostica 

Dopo la terapia antibiotica (generalmente a base di antibiotici a largo spettro), la carica batterica è fortemente diminuita e i sintomi sono attenuati, quindi si può procedere alla tradizionale terapia parodontale (scaling) del sito da cui è partita la complicazione acuta. Non si può mai procedere immediatamente con una terapia di scaling e levigatura radicolare perché l’essudato purulento, nel tentativo di sfogo verso l’esterno, potrebbe essersi aperto una strada in mezzo a fibre parodontali sane; utilizzando strumenti affilati di bonifica in prima seduta, si rischierebbe di lesionare queste fibre che dopo la terapia antibiotica invece appaiono nuovamente integre.









Copyright © by Studio odontoiatrico della Dott.sa Marina Cotti - Cagliari All Right Reserved.

Pubblicato su: 2009-12-12 (5745 letture)

[ Indietro ]