Intarsi





INTARSI

Gli intarsi in ceramica sono le alternative alle otturazioni (in composito o in amalgama d’argento) più funzionali , durature ed esteticamente di valore.

intarsi ceramici 

Gli intarsi sono delle otturazioni eseguite in laboratorio, usate soprattutto per i denti posteriori (molari e premolari). Dopo la rimozione della carie, o delle vecchie otturazioni consumate o difettose, si prende una impronta di precisione della cavità e in laboratorio si costruisce la porzione mancante del dente.

schema intarsio 

Gli intarsi possono essere costruiti sia in ceramica (porcellana) che in oro e ridanno al dente la sua precisa forma originaria. Gli intarsi vengono quindi cementate (incollate) nella cavità. Gli intarsi in oro sono molto duraturi, ma, per motivi estetici, sono un po’ caduti in disuso.

intarsio in oro 

Gli intarsi in ceramica sono chimicamente legati alla cavità che li accoglie, senza spazi intermedi vuoti e sono dunque molto solidi. Dal punto di vista estetico, l’assenza di metallo regala una buona trasparenza ed un effetto eccellente. La durata è molto lunga, anche più di dieci anni senza modifiche rilevanti.

amalgame d'argento prima     intarsio in ceramica dopo

Una controindicazione all’applicazione degli intarsi è data dall’estendersi delle cavità al di sotto del margine gengivale o dove i denti siano stati devitalizzati (trattatamento del canale interno) e non presentino una sostanza dentale residua abbastanza solida. In questi casi la soluzione ideale è una corona protesica.

Esiste una modalità di presa dell’impronta per gli intarsi fatta con una misurazione laser (sistema CEREC®) che dovrebbe far risparmiare tempo di costruzione , ma sembra non dare risultati altrettanto precisi.









Copyright © by Studio odontoiatrico della Dott.sa Marina Cotti - Cagliari All Right Reserved.

Pubblicato su: 2009-11-27 (797 letture)

[ Indietro ]